Murales e graffiti in due regioni italiane: la street art tra Veneto e Puglia

Murales e graffiti in Veneto e Puglia

I murales e graffiti sono da sempre una forma d’arte che colorano e abbelliscono le nostre città. Noi di Mostrami ve ne abbiamo parlato spesso; ci piace raccontarvi di questi giovani street artists che decorano l’Italia e non solo.

Sebbene in questo periodo non si possa girovagare ed andare alla scoperta di questa particolare forma d’arte, abbiamo pensato di farvi fare un viaggio attraverso l’Italia focalizzandoci su due regioni: Veneto e Puglia. Scoprite i graffiti di queste due terre ricche di arte!

 

Murales e graffiti in Puglia

Opera realizzata da Alessandro Tricarico a Foggia. Nell’ultimo periodo si è avvicinato alla streetart ed ha iniziato a realizzare dei murales affiggendo gigantesche stampe sui muri delle città. Questa modalità di espressione gli permette di uscire dal proprio studio ed utilizzare un mezzo di comunicazione che parli ad un pubblico più eterogeneo.

Il lavoro che abbiamo scelto ha l’obiettivo di dare voce a chi non ce l’ha. L’opera rappresenta la figura di un senza tetto, e al contempo di riqualificare una zona degradata della città di Foggia.

 

Bari è stato realizzato questo murales, che è solamente uno dei tanti omaggi che diversi streetartist hanno voluto rivolgere al patrono della città. In questo caso l’autore è Mauro Rosselli, originario di Modena, il quale ha partecipato al progetto Site Specific, un evento a cui hanno contribuito anche la galleria Misia Arte e Cellule Creative, finalizzato a riqualificare attraverso interventi artistici il quartiere popolare San Paolo.

Il murales è un’opera monumentale alta oltre 16 metri e realizzata con una tecnica mista che prevedeva l’utilizzo di bombolette spray a bassa pressione; il giorno della sua inaugurazione è stato organizzato un ritrovo che ha coinvolto i cittadini del quartiere ed ha permesso al giovane artista di esibirsi in una performance live.

 

Opera di streetart realizzata dal giovane artista Giuseppe D’Asta a Bari. Il murales, creato in collaborazione con il Comune pugliese e con alcune associazioni locali, è stato progettato allo scopo di riqualificare il mercato cittadino che stava andando incontro ad uno stato di abbandono.

L’immagine rappresentata è quella di una donna vestita con abiti anni Trenta sulla cui schiena corre un treno. La figura fa riferimento al passato della costa barese che all’inizio del ventesimo secolo era costellata da centri benessere che nei fine settimana si popolavano di donne e bambini che giungevano in questi luoghi a bordo di un treno a vapore chiamato, appunto, la Ciclatera.

 

Murales realizzato a Lecce dall’artista di caratura internazionale Millo. L’opera presenta i caratteri peculiari della poetica del giovane artista. I personaggi, infatti, sono in stile fumettistico e svettano su uno sfondo costellato da edifici.

Il murales è stato creato in occasione del progetto 167 Art Project, iniziativa della città di Lecce volta a migliorare la percezione comune del quartiere chiamato appunto 167. L’opera di Millo vuole mettere l’accento sui rapporti tra le persone, che come un filo rosso interminabile ci lega nonostante le difficoltà e gli intrecci delle nostre vite.

 

Murales e graffiti in Veneto

Un caso particolare nell’universo della street art, del quale pensiamo valga la pena raccontarvi, è caratterizzato dalla piccola cittadina di Cibiana di Cadore, in provincia di Belluno.

Qui, a partire dal 1980, sono stati realizzati più di 50 murales. Piccole preziose opere di street artists molto noti, che hanno deciso di raccontare la storia di questa cittadina. Attraverso gli affreschi raccontano la storia delle case su cui sono stati dipinti: la casa del fabbro, del mugnaio, del carbonaio. Quasi come fosse un paese dei murales!

 

Il celebre writer spagnolo Okuda San Miguel ha regalato ad una scuola materna di Arcugnano, in provincia di Vicenza, cinque murales per decorarne alcune pareti.

Il giovane street artist ha così reinterpretato le superfici della scuola, attraverso immagini colorate dallo stile geometrico, squadrato e colori accesi e brillanti che assorbono completamente lo spettatore e tutti i bambini della scuola!

 

L’artista padovano Tony Gallo ha realizzato questo murales finalizzato alla riqualificazione urbana della zona della sua città. Lo street artist, ha preso parte ad un progetto indetto dalla regione Veneto, che mira a sviluppare il concetto di lavorare in rete per lo sviluppo delle città. Il progetto pone al centro la cultura come motore di sviluppo del commercio stesso. L’intero progetto fa quindi leva proprio sulla sinergia tra cultura e commercio per favorire anche la frequentazione di luoghi d’interesse artistico-culturale.

 

Lo street artist bolognese Alessandro Ferri, in arte Dado, ha dato una nuova identità visiva alla storica azienda Venpa a Dolo, in provincia di Venezia. Ha così valorizzato sia lo stabile che lo spazio urbano in cui è inserito con il solo utilizzo di bombolette spray, rendendo così la Venpa una lunga e coloratissima parete arancione.

 

Se invece vi piacerebbe poter arricchire le vostre pareti domestiche o la vostra attività con murales unici ed originali, guardate la pagina dedicata ai murales su commissione e lasciatevi guidare dalla vostra fantasia!

Vi segnaliamo, inoltre, che potete visitare la mappa dei murales, dove vi proponiamo alcune delle più interessanti opere di street art e che viene costantemente aggiornata sui murales che vengono realizzati in Italia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 1 =