Arte moderna e contemporanea in Veneto: un tour virtuale!

L’arte moderna e contemporanea abitano il nostro paese da nord a sud! Vi possiamo assicurare che il Veneto è una di quelle regioni che non smette mai di stupirci, regalandoci luoghi più o meno noti destinati all’arte e alla creatività in generale!

Museo Civico d’Arte Contemporanea “Umbro Apollonio” di San Martino di Lupari

Credits to visitabanomontegrotto.com

Il Museo Umbro Apollonio nasce nel 1981 nel comune di San Martino di Lupari, in provincia di Padova. Questa realtà rappresenta l’atto conclusivo di una serie di iniziative volte a divulgare l’arte moderna che presero il via dalla Biennale d’arte contemporanea promossa dal circolo APL di San Martino di Lupari. Il Museo Umbro Apollonio è ispirato principalmente alla corrente artistica del Neo–Costruttivismo e annovera oltre un centinaio di opere di artisti italiani e stranieri di fama internazionale. È dedicato a Umbro Apollonio, una delle figure più prestigiose nel campo della critica dell’arte contemporanea, che aveva legato il suo nome all’approfondimento delle poetiche di questa tendenza artistica e che le aveva divulgate e sostenute, sia nella sua attività di docente universitario, sia in quella di critico e direttore della Biennale di Venezia.

Dall’acquisizione di dipinti e sculture degli artisti italiani e stranieri invitati alla manifestazione, si è formata un’interessante raccolta, unica in Italia per il suo indirizzo specifico: il costruttivismo dal 1960 ai giorni nostri.

Galleria Comunale d’Arte Contemporanea “Ai Molini” Museo Civico di Portogruaro

Credits to bibione.com

La Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Portogruaro, a pochi chilometri da Venezia, ha origini nell’immediato dopoguerra. Al suo interno, negli anni, hanno esposto artisti di fama internazionale quali De Pisis, Carena, Guttuso, Saetti, Guidi, Afro, Vedova, Springolo. Oltre alle esposizioni di celebri artisti, per avvicinare i giovani al mondo dell’arte, vennero istituite prima l’ex tempore di pittura, poi la Biennale d’arte Grafica del Triveneto. Ma l’intento programmatico di questo affascinante e avvincente spazio culturale, è quello di essere un luogo all’interno del quale l’arte possa riconoscersi e creare le condizioni affinché vengano registrati gli stimoli e le sensazioni del cambiamento, nonché le diverse direzioni della ricerca artistica, per dare un apprezzabile contributo al dibattito sull’arte e la creatività contemporanea.

Dolomiti Contemporanee

Credits to dolomiticontemporanee.net

Il format Dolomiti Contemporanee prevede, sin dal suo inizio, l’individuazione di spazi chiusi, quali fabbriche abbandonate, complessi d’archeologia industriale, siti che versano in stato critico, defunzionalizzati, inerti. Spazi costruiti, impattanti, “artificiali”, all’interno del contesto naturale delle dolomiti-unesco, vengono intesi quali risorse inutilizzate. Successivamente vengono ripresi e riavviati, con una politica di occupazione temporanea o permanente, attraverso l’arte contemporanea, l’attività culturale e la ricerca d’innovazione. I programmi di residenza internazionale sono uno degli strumenti cardine: in tal modo, i siti ripartono, mentre l’arte e la cultura dimostrano di possedere di fatto una concreta capacità propulsiva e rigenerativa.

Tra i numerosi spazi rigenerati in diverse regioni del nord est Italia, possiamo citare il Villaggio Eni di Borca di Cadore, in Veneto. Si tratta di un sito eccezionale ed unico in Italia, nel quale il rapporto tra gli aspetti forti di paesaggio e ambiente naturale si fondono in modo stupefacente con le architetture organiche, che oggi il bosco letteralmente divora. Al link di seguito potete scoprire tutti gli spazi interessati dal progetto Dolomiti Contemporanee!

Museo d’Arte Moderna ‘Mario Rimoldi” di Cortina d’Ampezzo

Credits to venetoinside.com

Il Museo d’Arte Moderna “Mario Rimoldi” è stato inaugurato nel 1974 a seguito della donazione pervenuta alle Regole d’Ampezzo da parte di Rosa Braun, vedova di Mario Rimoldi, collezionista di Cortina d’Ampezzo. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dichiarato la collezione di interesse culturale. Tale riconoscimento è dovuto al fatto di essere l’esito di un’attività collezionistica sviluppatasi in un cinquantennio e tale da costituire uno degli insiemi più significativi in Italia per l’arte del XX secolo. La preziosa collezione di opere d’arte, infatti, comprende innumerevoli quadri di prestigio appartenenti all’arte italiana (e non solo) del ‘900, che l’appassionato collezionista iniziò ad acquistare a partire dal 1930 circa. Tra le perle d’arte moderna contenute, possiamo citare capolavori di autori come Savinio, Garbari, Depero, Guttuso e di alcuni consistenti nuclei che risultano imprescindibili per lo studio di de Pisis, Sironi, De Chirico, Semeghini, Tomea, Tosi, Campigli.

 

I luoghi d’arte e pittura contemporanea sono numerossimi, ma non temete, noi di Mostrami abbiamo pensato a voi e abbiamo creato una mappa che contiene alcuni delle mete di cultura contemporanea che dovete assolutamente visitare!

 

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di San Donà di Piave

Credits to renatodagostin.com

Ci spostiamo adesso verso la provincia di Venezia, dove troviamo la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea. Questa fa parte di un progetto teso a dare alla Città di San Donà di Piave una riconoscibile identità culturale nel campo delle arti plastico-figurative che si fonda, da una parte su una tradizione che, partendo da Venezia ha qui trovato nel secolo scorso, una propria dignità e, dall’altra, su un confronto vivo e stimolante tra questa tradizione e i nuovi linguaggi dell’arte contemporanea.

La Galleria, che custodisce una preziosa collezione d’arte moderna e contemporanea, si qualifica come spazio culturale di notevole pregio nel quale è possibile organizzare esposizioni di carattere nazionale ed internazionale.

 

Come avrete capito, il Veneto vanta un ricco patrimonio storico e artistico. Da secoli, questa regione è considerata “terra d’arte”, ha dato vita ad alcune delle maggiori testimonianze artistiche e storiche dell’umanità, diventando una delle mete più ambite per i turisti di tutto il mondo. Da Venezia, a Verona, per spostarsi poi verso Padova e Vicenza: insomma, le bellezze artistiche e culturali non finiscono mai!

Se questi luoghi veneti dedicati alla creatività contemporanea hanno acceso il vostro interesse, noi di Mostrami vi suggeriamo di leggere i nostri articoli precedenti che raccontano numerose mete d’arte moderna nella regione Lombardia!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + cinque =